GEZA_08_Faber_photo_Massimo Crivellari

Pratic 2.0

Fagagna, Udine. 2011

GEZA_08_Faber_photo_Massimo Crivellariab

Pochi anni dopo la sua inaugurazione, la Pratic raddoppia.
Stessi clienti e stessi architetti che credono negli stessi valori: semplicità ed efficienza.

GEZA_08_Faber_photo_Massimo Crivellaribc

L’ampliamento della Pratic, costruito in aderenza all’edificio industriale del primo lotto, è un progetto complesso, nonostante dimostri all’apparenza un carattere essenziale. Si tratta di un edificio a pianta rettangolare di circa 9.000 mq che completa e migliora il reparto produttivo esistente costruito nel 2011.

Le funzioni contenute sono una moltiplicazione omogenea dell’intero programma precedente: uffici, servizi, mensa, wellness area, produzione, magazzini, impianto di verniciatura, oltre a parcheggi e aree di servizio inseriti nel rigoroso disegno degli spazi aperti. Il nuovo edificio è costituito da due semplici elementi: il ritmo dato dalle finestre, che si ripete e dichiara la continuità con l’esistente, e la pelle riflettente, che dissolve il nuovo volume nel cielo.
Il primo lotto della Pratic, di colore nero e materico, sembrava uscire dal terreno radicando l’edificio nel luogo; il secondo lotto, sempre di colore nero ma riflettente e cangiante, specchia il paesaggio e la luce restituendo immagini sempre differenti, legate alla variabilità atmosferica.
L’una “pesante” e permanente, alla ricerca dell’eternità, l‘altra “leggera” e mutevole, pronta a dissolversi nel cielo: l’edificio ha completato la muta della sua pelle.

Il rivestimento delle facciate è composto da un unico materiale, in un unico formato: un pannello in policarbonato di 4 cm di spessore e circa 10 m di altezza, applicato esternamente ai pannelli prefabbricati in calcestruzzo. Il rivestimento è di produzione industriale ma realizzato ad hoc per questo progetto. Al fine di ottenere una facciata riflettente se osservata da lontano e “profonda” se osservata da vicino, è stato realizzato un pannello con due diverse tipologie di policarbonato. Il lato posteriore presenta una mescola opaca, che non lascia passare la luce, mentre sulla parte frontale della facciata la mescola è “frozen” con colorazione nera in percentuale. Così facendo la struttura portante del rivestimento dell’edificio risulta essere completamente nascosta, e la verticalità del nuovo prospetto in ampliamento costruisce un interessante dialogo con il rivestimento a pannelli in calcestruzzo nero dell’edificio esistente. Si ottiene così un passaggio di scala percettivo: da lontano l’edificio ha una misura che lo relaziona alla natura, riflette il cielo e sembra rivestito di enormi lastre di vetro, mentre da vicino i pannelli con trama verticale fitta e sottile, oltre alla loro lieve profondità, lo rendono piu “leggero” mantenendo un dialogo con la preesistenza. La specchiatura dei pannelli inoltre assicura così una continua variazione cromatica delle facciate, che in base all’ora del giorno e al variare dell’intensità luminosa può apparire di colore nero, dorata, metallica, opaca, lucida. Infinitamente mutevole. L’intero insediamento è inserito nel disegno architettonico del paesaggio e degli spazi aperti.

Luoghi pensati per il relax, percorsi di ingresso pedonale e parcheggi sono racchiusi nel disegno degli “argini modificati” che inseriscono sottili variazioni di pendenza rispetto alle strade di percorrenza e di accesso. In questo modo, utilizzando elementi che caratterizzano il paesaggio friulano, il progetto si inserisce nel terreno in modo chiaro, evidenziando la forma e la geometria del territorio.

Questo edificio dimostra che l’architettura industriale può aggiungere valore al paesaggio e migliorare la qualità del luogo di lavoro, ed è una grande occasione per ripensare al binomio architettura/natura, rimettendo l’uomo al centro.

  • Location

    Fagagna, Udine

  • Client

    Pratic F.lli Orioli Spa

  • Chronology

    Project: 2016
    Construction: 2017 – 2018

  • Intervention Area

    30.000 sqm

  • Production

    7.520 sqm

  • Offices and Services

    730 sqm

  • Loading Area

    1.800 sqm

  • Landscape

    22.000 sqm

  • Parking Area

    70 places

  • 
Photographer

    Javier Callejas

Crediti

Grazie a tutte le persone coinvolte nel progetto. Per la loro professionalità, capacità e passione.
  • Architectural and Landscape Project and Artistic Direction

    GEZA Gri e Zucchi Architettura srl (Udine)
    Arch. Stefano Gri and Arch. Piero Zucchi (project leaders)
    Arch. Stefania Anzil (project leader), Arch. Alessia Dorigo
    Arch. Matteo Compri, Arch. Elisa Mansutti

  • Structural Project and Construction Supervision

    Ing. Alessandro Nutta, Nuttassociati

  • Mechanical and Electrical Design

    E4F srl

  • Acoustic Comfort Advice

    Studio Musolla

  • Contractors

    Prefabricated structure: Pre-System
    Landscape and building works: Slurry
    Mechanical plants: Vaportermica Commerciale
    Electrical plants: Impresa Tonon
    Window frames and facade cladding: Pavarin F.lli
    Carpentry works: Iron+
    Interior finishings and furniture: Multitema
    System walls: Adotta Italia

Questo sito è stato registrato su wpml.org come sito in fase di sviluppo.